mercoledì, ottobre 03, 2007

Bayern uguale Baviera

Non ne è il simbolo, “è” la Baviera. Amatissimo, a Monaco come nelle montagne circostanti, è il club tedesco più vincente, ricco (655 mln di euro in ricavi, secondo “Forbes”), organizzato, potente e moderno. E ha un debole per chi alla causa ha dato tutto: dal presidentissimo Beckenbauer al dg Hoeness al presidente operativo Rummenigge, gli ex campioni giocano ruoli di primo piano. E per quelli in difficoltà - come l’ex alcolista Müller - un posto in società c’è sempre. Anche questo tramanda la cultura del club, fortissima da quelle parti. Su tali radici poggiano i 20 mln di euro annuali versati dalla Deutsche Telekom, lo sponsor principale; gli oltre 450 articoli del catalogo ufficiale (uscita annuale, un milione di copie), le 220 mila copie della rivista “Bayern Magazin” tirate per ogni gara casalinga. In Germania esistono 5 Bayern Store, il più grande (800 mq) è nella Allianz Arena, futuristico stadio da 69.900 posti costruito per Germania 2006. Già nel 1999 in cassa entravano 128 mln di euro da magliette (per quella di Klinsmann, nel 1995-96 il record: 350 mila repliche vendute) e affini. Il sito web è in 5 lingue (pure cinese e giapponese). E quest’anno non partecipa alla Champions League.
CHRISTIAN GIORDANO

Nessun commento:

Posta un commento