sabato, aprile 18, 2009

Drogba, ancora lui


Se questo è l'antipasto, chissà che leccornìe alla cena di gala. A Wembley, nella semifinale di FA Cup, Arsenal e Chelsea hanno dimostrato cosa sarebbe un'altra finale tutta inglese di Champions League. Il piatto prelibato, ancora una volta, l'ha servito Didier Drogba, già decisivo proprio in Champions martedì contro il Liverpool.
Alla vigilia, Wenger aveva dichiarato al Sun di "averlo avuto già in pugno", Drogba, quando l'ivoriano era al Le Mans, seconda divisione francese. Didì costava appena 300mila sterline, ma Wenger non riuscì a prenderlo. E così, nel 2002, Drogba finì al Guingamp, dove avrebbe fatto coppia in attacco con Malouda. Lo stesso che al 33' ha rimesso in partita i Blues dopo il fortunoso gol di Walcott al 18'.
Il resto, compresa la sciocca ammonizione, ce l'ha messo lui, Drogba. Uno che Scolari aveva dimenticato in cantina e che Hiddink ha riportato a centro tavola. Perché nei banchetti più importanti il menù lo firma il grande chef.
PER SKY SPORT 24, CHRISTIAN GIORDANO
christian.giordano@skytv.it

Nessun commento:

Posta un commento