martedì, giugno 02, 2009

Kaká, la saga (quasi) infinita


Otto milioni e mezzo di euro: questa la cifra che nel 2003 servì a Leonardo per portare Kaká al Milan dal San Paolo.
Mai avrebbe immaginato, Leonardo, che un giorno sarebbe stato il suo allenatore per neanche 24 ore.
Conclusione impossibile da prevedere per una saga infinita che dal 27 agosto scorso ha fatto rimbalzare Kaká - sotto contratto col Milan fino al 2013 - fra Chelsea, Manchèster City e Real Madrid.
Risale al 27 agosto, infatti, la prima, doppia smentita: Kaká dice che resterà Milan, il presidente del Chelsea,Peter Kenyon, annuncia Deco e Robinho, che poi finirà proprio al City.
Lo stesso City che, il primo settembre, il gruppo di Abu Dhabi rileva dall'ex premier thailandese Shinawatra.
Due giorni dopo, Al Fahim dichiara di volere Kaká oltre a Cristiano Ronaldo, Messi, Fabregas, Torres e Berbatov.
Il 12 ottobre il City annuncia una doppia offerta: 100 milioni di sterline per Kaká e Buffon a gennaio, o 50 per Kakà in estate.
Il 16 novembre Robinho chiama dalle Eastlands, Kakà - in ottimo inglese - risponde picche il 26, il giorno prima di Portsmouth-Milan di Coppa Uefa.
UPSUOND INGLESE
A gennaio, però, l'offerta arriva sul serio: 100 milioni di sterline (500 mila a settimana al giocatore). A Milano arrivano il presidente Gary Cook e il braccio destro operativo della proprietà, Paul Aldridge.
Sembra tutto fatto, Kaká - dopo Milan-Fiorentina del 17 gennaio, un sabato sera - esce in lacrime dallo stadio. Commosso per gli attestati di affetto ricevuti da compagni e tifosi. E comincia a ripensarci. Due giorni dopo, il 19 gennaio, è la sua volontà a mandare all'aria l'incontro decisivo.
Lui dalla finestra di casa mostra urbi et orbi cos'ha nel cuore: il 22 rossonero.
E Berlusconi dà l'annuncio con una telefonata in diretta a SKY Sport 24.
Sembrava la fine della telenovela. E lo era: Kakà non avrebbe mai lasciato il Milan per il Manchester City. Già, per il Manchèster City.
PER SKY SPORT 24, CHRISTIAN GIORDANO
christian.giordano@skytv.it

Nessun commento:

Posta un commento