sabato, novembre 20, 2010

North London Pride

Non c'è più Highbury, e il fascino moderno dell'Emirates non è la stessa cosa.
Ma il 165esimo North London Derby, Arsenal contro Tottenham, è un rito sacro che prescinde dai templi. E dall'epoca.
I Gunners agli Spurs hanno preso di tutto. Il campo, il capitano, persino lo stile. E sono anche riusciti a farli retrocedere.
Con il primo Arsène Wenger, poi, il "boring boring Arsenal" di George Graham ha lasciato il posto agli "Invincibili" e la mentalità Cockney, l'arroganza tutta londinese, si è specchiata più nei successi del Manchester United che nei cugini poveri di Londra nord.
Per gli Spurs invece il derby resta "la" Partita. E stavolta lo sarà soprattutto per Wiliiam Gallas, l'ultimo a fare il salto che, storicamente, ha sempre amato la direzione opposta. Il capitano di ventura, stavolta, era un gunner. Uno che pur di restare a Londra ha detto no alla Juve, e che da avversario ha segnato al Tottenham 4 gol: 2 con l'Arsenal e 2 col Chelsea.
Uno così, allora, meglio averlo con che contro. Redknapp lo metterà al centro della difesa con licenza di salire a palla ferma. Nel suo 4-4-2, Defoe ha recuperato dall'intervento alla caviglia e andrà in panchina. In attacco, quindi, Crouch e Pavlyuchenko con alle spalle il talento di Modric e van der Vaart e l'irresistibile Bale a sinistra. A destra non ci sarà Lennon, fuori per problemi a un polpaccio.
Wenger in difesa non ha ancora Vermaelen ma ritrova Koscielny dopo i due turni di squalifica per il rosso col Newcastle, e in mezzo torna Wilshere, che per l'infortunio alla schiena con l'Everton ha saltato la figuraccia con la Francia. Dai 45' in nazionale è tornato rinfrancato van Persie, che partirà dalla panchina nel 4-4-1-1 con Fabregas seconda punta dietro Chamakh. Ma al di là degli interpreti, conterà lo spirito. Prima dei tre punti, in palio c'è l'orgoglio, il North London Pride.
PER SKY SPORT 24, CHRISTIAN GIORDANO

PROBABILI FORMAZIONI:
Arsenal (4-4-1-1): Fabianski - Sagna, Koscielny, Squillaci, Clichy - Nasri, Song, Denilson, Walcott - Fabregas - Chamakh. All. Wenger.
Tottenham Hotspur (4-4-2): Gomes - Hutton, Kaboul, Gallas, Assou-Ekotto - Van der Vaart, Jenas, Modric, Bale - Pavlyuchenko, Crouch. All. Redknapp.

Nessun commento:

Posta un commento