giovedì, marzo 10, 2011

A Christmas Carroll

G. Ma non è questo il Punto. O forse sì. G come Gateshead, la stessa città di Gascoigne, penultimo enfant du pays e non ancora idolo del popolo Geordie. Se vi siete commossi guardando Santi Muñez che in Goal! si allena sotto la pioggia nel cielo plumbeo di Newcastle, sapete cos’è la maglia del Newcastle United per la Toon Army.

L’esercito dei tifosi Magpies che non sanno che farsene dei 35 milioni di sterline “donati” in gennaio dal Liverpool per portargli via il gigante guerriero con la pony tail, la coda di cavallo, il nuovo eroe che prima di infortunarsi aveva segnato 11 gol in 13 partite.

Col 9 bianconero, doveva essere l’erede di Jackie Milner, Malcolm Macdonald, Alan Shearer. Invece, è già storia. Più da tabloid che di campo. Hat-trick nel 6-0 ai Villans alla seconda di campionato, sulla fedina tre arresti per aggressione.

Il più grave, a ottobre, per aver picchiato la (ex) ragazza, la 18enne modella e ballerina part-time Laurie Henderson, che lo aveva beccato mezzo nudo con un’altra, Holly Richardson, in una stanza accanto nell’hotel in centro dove Andy abitava. Carroll ha negato, ma il tribunale di Hexham lo ha fatto uscire su cauzione e arresti domiciliari light: a casa di capitan Kevin Nolan, tranne che nei giorni di partita. Non è bastato: orgia con due ragazze nel lettone, signora Nolan scappata da casa e polizia allertata per droga.

Cresciuto nella Joseph Swan School di Gateshead, dove è nato 6 gennaio 1989, entra nella Academy del Newcastle nel 2005. E ha le italiane nel destino. In prima squadra debutta in Coppa Uefa contro il Palermo, a 17 anni e 300 giorni è il più giovane Magpie in campo in Europa. Il primo gol lo segna (di sinistro) nel 2-0 in amichevole sulla Juventus il 29 luglio 2007. Buffon gli predice «un grande futuro». Su quello, ha scommesso il Liverpool.

Dopo i mediocri sei mesi in prestito al Preston North End, rientra al Newcastle nel gennaio 2009. A settembre, partiti Michael Owen, Mark Viduka e l’ex interista Obafemi Martins, fa coppia con Shola Ameobie e con 19 gol in stagione (17 in Championship) riporta i Magpies in Premier. Per Kevin Keegan «di testa è fra i tre più forti che ho visto nel calcio». Dopo 4 gol in 8 caps con la Under 19 e 2 in 5 con l’Under 21 di Pearce, 71’ dimenticabili per Capello nell’1-2 di Wembley contro la Francia. Il resto (arresti, risse, sbronze) è cronaca, e in squadra con Joey Barton poteva anche andare peggio.

CHRISTIAN GIORDANO

Nessun commento:

Posta un commento