martedì, dicembre 06, 2011

Marsiglia, ritorno al passato

Ci ha provato in tutti i modi il Marsiglia, e alla fine ce l'ha fatta a restare in questa Champions. E' andata a vincere in rimonta al Westfalenstadion e come in tutto il girone ha sprecato tantissimo.

Didier Descahmps però ha ottenuto la sua personale rivincita: con la Juventus, a Monaco '97 contro il Dortmund, perse la finale di Champions. Stavolta, battendo il Borussia non solo lo ha eliminato ma ha reso vano il disperato 3-1 dell'Olympiacos sull'Arsenal, primo davanti ai francesi.

Partito malissimo in campionato (una vittoria in 5 partite di Ligue1), Deschams è tornato all'antico: a quel suo Monaco che poi lo portò alla promozione con la Juve in Serie B. Modulo più offensivo per sfruttare Gignac e Remy e transizione più dinamica per un 4-3-3 più ricco di velocità e fisico che di talento.

Soprattutto suglli esterni d'attacco, Valbuena (al centro nella foto con Diarra e Amalfitano) e Ayew - figlio dell'Abedì Pelé visto al Torino - tutti in gol nel match-spareggio col Dortmund. In porta c'è Mandanda, qualche amnesia ma tutto sommato è affidabile. In difesa Azpilicueta è costato quanto Maicon, ma la differenza c'è e si vede. In mezzo la corsa di Diarra e Mbia e l'estro di Lucho González. Ma la mente è in panchina.

PER SKY SPORT 24, CHRISTIAN GIORDANO

Nessun commento:

Posta un commento