domenica, marzo 18, 2012

La Venganza dell'Ingeniero


¡Venganza, terrible venganza! El Ingeniero s'è preso la più dolce delle rivincite: solo il suo Malaga e il Barça hanno portato via punti dal Bernabéu in questa Liga dominata dal secondo Real Madrid di Mourinho. Il portoghese Speciale che in merengue ha sostituito il cileno, che dell'hidalgo ha i modi nobili ma non il piglio condottiero.

Jorge Valdano aveva scelto lui per (ri)costruire i Galácticos 2.0 di don Florentino, al secondo mandato presidenziale. Ma il progetto non ha fuinzionato: el Madrid non è il Villarreal, e il submarino blanco è affondato sotto i colpi dei trionfi blaugrana. Allora, per ricominciare a vincere, Pérez ha chiamato un altro don, José, che non avrà mai lo stile della Real casa ma porta argenteria, specialmente la seconda stagione.

Vinta la battaglia con Valdano, prima esautorato e poi epurato, Mou aveva completato l'opera già all'andata: "Se lascerò il Real, posso allenare dove voglio. E certo non andrò al Malaga". Il siluro era diretto a Pellegrini, che da gran signore incassò ma se la legò al dito.

E al ritorno, dopo che il Real ha sprecato l'impossibile per restare a+10 sul Barcellona, ci ha pensato Cazorla a riaprire, almeno un po', una Liga già chiusa. El Ingeniero incassa, ma non stravince. La máquina perfecta non esiste, e a lui basta una carezza.

PER SKY SPORTY 24, CHRISTIAN GIORDANO

2 commenti:

  1. Complimenti davvero. Scrivi straordinariamente a dir poco :) Se ti va di fare un salto sul mio blog, il link è flaviomorrone.blogspot.com :D L'argomento è rigorosamente il calcio :)
    A presto! E complimenti ancora ;)

    RispondiElimina
  2. Grazie, troppo gentile. Con piacere...
    cg

    RispondiElimina