mercoledì, maggio 16, 2012

VorRoy ma non posso

«Signori, non ho niente da dirvi, se non che l'Inghilterra vincerà il Mondiali". Alf Ramsey si presentò così da nuovo Ct della nazionale poi campione del mondo in casa nel '66. Roy Hodgson, com'è suo costume, ha scelto un approccio più soft, a parole, ma gli addetti ai lavori li ha spiazzati (eccome) con i 23 convocati per l'Europeo. L'affaire Ferdinand/Terry è stato risolto con una scelta tecnica: il centrale dello United, 34anni e l'ennesima stagione di infortuni, starà a casa come Carrick, altro veterano di Ferguson che coi Leoni ha detto stop. Il capitano del Chelsea, degradato in nazionale a favore di Gerrard, già skipper di Hodgson al Liverpool, andrà in Polonia e Ucraìna con Cahill, che Di Matteo preferisce a David Luiz. Risolta le questione Terry costata il posto a Capello, resta da costruire la squadra. In porta confermato Hart, campione di Premier col City. Il Mancio lo ha preferito all'irlandese Given e ha avuto ragione. Alle sue spalle, Green del West Ham e Ruddy che dopo la salvezza col neopromosso Norwich si sposerà il 2 giugno, giorno di amichevole col Belgio. Sorprende ma non troppo l'esclusione di Richards, che nel City ha fatto a botte con Balotelli e lasciato il posto a Zabaleta, in gol nel delirio da titolo contro il QPR. L'esterno basso a destra sarà Glen Johnson, due finali e una League Cup col Liverpool che non sono bastate a Dalglish a salvare la panchina che aveva ereditato da... Hodgson. A sinistra c'è Cole, con Lampard un altro della vecchia guardia che ai Blues ha giocato contro Villas-Boas. Davanti, in attesa che Rooney sconti i due truni di squalifica, si giocheranno il posto Welbeck, suo comapgno di reparto allo United, Carroll in ripresa al Liverpool e Defoe, che in nazionale mancava dal settembre 2010. Solo riserva Sturridge, che al Chelsea ha vissuto la miglior stagione in carriera. Pagano gli infortuni invece Walker in difesa e Bent in attacco. Ma le sorprese arrivano dalle fasce: Downing al Liverpool ha deluso ma il Ct lo conosce bene; e se nel 2006 Eriksson scommise sul 17enne Walcott, che non aveva ancora esordito in Premier. Roy ci riprova con un altro velocissimo ex Southampton, sperando che la storia si ripeta, ma mai uguale a se stessa. PER SKY SPORT 24, CHRISTIAN GIORDANO PORTIERI: Joe Hart (Manchester City), Robert Green (West Ham United), John Ruddy (Norwich City) DIFENSORI: Glen Johnson (Liverpool), Phil Jones (Manchester United), Leighton Baines (Everton), Ashley Cole (Chelsea), John Terry (Chelsea), Joleon Lescott (Manchester City), Gary Cahill (Chelsea) CENTROCAMPISTI: Theo Walcott (Arsenal), Stewart Downing (Liverpool), Ashley Young (Manchester United), Alex Oxlade-Chamberlain (Arsenal), Steven Gerrard (Liverpool), Gareth Barry (Manchester City), Frank Lampard (Chelsea), Scott Parker (Tottenham Hotspur), James Milner (Manchester City) ATTACCANTI: Wayne Rooney (Manchester United), Danny Welbeck (Manchester United), Jermain Defoe (Tottenham Hotspur), Andy Carroll (Liverpool) RISERVE: Jack Butland (Birmingham City), Phil Jagielka (Everton), Jordan Henderson (Liverpool), Adam Johnson (Manchester City), Daniel Sturridge (Chelsea).

Nessun commento:

Posta un commento