domenica, luglio 01, 2012

Triplete para la Historia

La squadra più forte al mondo, la Spagna, senza il giocatore più forte al mondo, Leo Messi. Mai nessuno - nella storia - aveva centrato il triplete Europei-Mondiali-Europei. C'è riuscita la Spagna di Aragonés prima e Del Bosque poi. Una specie di Clásico (Real Madrid-Barça) vestito di rosso, che scimmiotta il tiqui taqui blaugrana e che al posto del centravanti, non potendo schierare il fenomeno argentino né il vero Torres, ha sostituito lo spazio con il falso nueve. Rispolverando la staffetta fra el Niño e Fàbregas e persino Negredo. Ma sempre con in testa un'idea meravigliosa. Una banda di piccoletti che il pallone non lo alzano mai, neanche quando dovrebbero. Una squadra così forte da poter mandare in panchina Victor Valdés e Reina, cioè il portiere del Barcellona più forte della storia e quello del Liverpool. gente come Fàbregas che sarebbe la stella di qualsiasi squadra e Mata, l'uomo-chiave che ha cambiato il Chelsea campione d'Europa. Ma al di là dei nomi e dei trofei, questa Spagna campione di tutto resterà negli occhi e nel cuore per la sua voglia di calcio. Un calcio che nelle giornate-no di di Iniesta, Xavi, Fàbregas, David Silva e compagni sarà anche noioso e stucchevole, ma che ha aperto una strada senza ritorno. Quella che ai cyber-corpi antepone il talento. PER SKY SPORT 24, CHRISTIAN GIORDANO

Nessun commento:

Posta un commento